Pubblicata la nuova guida dell’Agenzia delle Entrate sulle detrazioni fiscali 50% ristrutturazione edilizia (agg. 2018)

 02 Gen 2018   Detrazione fiscale 50%

È stata pubblicata dall’Agenzia delle Entrate la nuova Guida PDF sulle agevolazioni fiscali per ristrutturazione edilizia (da non confondere con le detrazioni 65% per l’efficienza energetica).

Tra le novità, oltre alla proroga al 31 dicembre 2018, il decreto ha introdotto, per i contribuenti che usufruiscono della detrazione per ristrutturazioni edilizie, la possibilità di detrarre dall’Irpef, sempre nella misura del 50%, anche le spese sostenute per l’acquisto di mobili finalizzati all’arredo dell’immobile oggetto di ristrutturazione.
Screenshoot Guida detrazione fiscale 50 agenzia delle entrate
La detrazione per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+ per l’arredo di immobili oggetto di ristrutturazione va calcolata su un ammontare complessivo non superiore a 10.000 euro e deve essere ripartita in 10 quote annuali di pari importo. Dal 1° gennaio 2017 la detrazione tornerà alla misura ordinaria del 36%.

 

Come fare per ottenere la detrazione 50%?

1) indicare nella dichiarazione dei redditi i dati catastali identificativi dell’immobile e, se i lavori sono effettuati dal detentore, gli estremi di registrazione dell’atto che ne costituisce titolo e gli altri dati richiesti per il controllo della detrazione

2) pagare le spese detraibili tramite bonifico bancario o postale

3) avere le abilitazioni amministrative necessarie (concessione, SCIA o comunicazione di inizio lavori). Se queste abilitazioni non sono previste è sufficiente una dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà in cui deve essere indicata la data di inizio dei lavori e attestare che gli interventi di ristrutturazione edilizia posti in essere rientrano tra quelli agevolabili

4) avere le fatture e ricevute fiscali relative alle spese effettivamente sostenute

Per quali lavori spettano le detrazioni?

  • Manutenzione ordinaria (solo quando riguardano le parti comuni, es. condomini)
  • Manutenzione straordinaria, per esempio:
    • installazione di ascensori e scale di sicurezza
    • sostituzione di infissi esterni e serramenti o persiane con serrande e con modifica di materiale o tipologia di infisso
    • rifacimento di scale e rampe
    • interventi finalizzati al risparmio energetico
    • recinzione dell’area privata
  • Interventi di restauro e risanamento conservativo, per esempio:
    • interventi mirati all’eliminazione e alla prevenzione di situazioni di degrado
    • adeguamento delle altezze dei solai nel rispetto delle volumetrie esistenti
    • apertura di finestre per esigenze di aerazione dei locali.
  • Ristrutturazione edilizia:
    • demolizione e fedele ricostruzione dell’immobile
    • modifica della facciata
    • realizzazione di una mansarda o di un balcone
    • trasformazione della soffitta in mansarda o del balcone in veranda
    • apertura di nuove porte e finestre
  • Interventi per la prevenzione dei furti in casa, per esempio:
    • rafforzamento, sostituzione o installazione di cancellate o recinzioni murarie degli edifici
    • apposizione di grate di sicurezza sulle finestre o loro sostituzione
    • porte blindate o rinforzate
    • apposizione o sostituzione di serrature, lucchetti, catenacci, spioncini
    • installazione di rilevatori di apertura e di effrazione sui serramenti
    • apposizione di saracinesche
    • tapparelle metalliche con bloccaggi
    • vetri antisfondamento
    • casseforti a muro
    • fotocamere o cineprese collegate con centri di vigilanza privati
    • apparecchi antifurto e relative centraline

Pagamento tramite bonifico: che causale va inserita?

Per fruire della detrazione è necessario che i pagamenti siano effettuati con bonifico bancario o postale da cui risultino:
• causale del versamento
• codice fiscale del/dei soggetto/i beneficiario della detrazione
• codice fiscale o numero di partita Iva del destinatario del pagamento
• numero e data della fattura
Esempio causale bonifico detrazione 50%

Ecco il link per scaricare la Guida PDF dell’Agenzia delle Entrate sulle Detrazioni fiscali per le ristrutturazioni edilizie 50%:

Guida_Ristrutturazioni_edilizie_2018_Agenzia_Entrate-1.pdf (3594 download)

ARTICOLI CORRELATI